Nuovi chioschi, ma non al mare

C’é il bando per tre postazioni commerciali, una sarà collocata al cimitero. L’annuncio dell’assessore Toscani. Pancaro: “La montagna partorì il topo

E’ stato pubblicato il bando relativo all’assegnazione di posteggi nel centro abitato di Nova Siri Marina ed al cimitero comunale per la collocazione di chioschi da destinare all’attività di commercio su aree pubbliche e di servizio. A renderlo noto è l’assessore alle Attività produttive del Comune di Nova Siri, Antonio Toscani. “Più precisamente – ha detto l’esponente della giunta di centrodestra guidata dal sindaco Pino Santarcangelo – si tratta di due posteggi ubicati nel centro abitato di Nova Siri Marina, di cui uno da destinare alla vendita di prodotti appartenenti al settore alimentare, con specializzazione somministrazione di alimenti e bevande, sito sull’area pubblica a verde ubicata in via Aldo Moro prospiciente via Turati e la tensostruttura comunale ed un altro da destinare ad attività di servizio da indicare in sede di partecipazione alla gara sito sull’area pubblica corrente in piazza Massimo Troisi. L’altro posteggio da assegnare è ubicato sull’area pubblica antistante l’ingresso del cimitero comunale e verrà destinato alla vendita di piante, fiori ed articoli funebri. Il bando di assegnazione – ha spiegato Toscani – che completa l’iter già avviato da questa amministrazione con la rivisitazione del regolamento comunale sui chioschi in modo da renderlo più funzionale e conforme alle esigenze degli assegnatari dei posteggi, si rivolge a ditte, individuali o societarie, già costituite o di nuova costituzione, che svolgono o che intendono svolgere attività imprenditoriale commerciale o di servizio, in possesso dei requisiti per l’esercizio dell’attività di commercio su aree pubbliche. In particolare, la previsione della possibilità di partecipare alla gara per ditte non ancora iscritte al registro imprese della Camera di commercio ma in possesso della sola partita iva relativa al settore di attività da realizzare – ha concluso l’assessore – va nell’ottica di favorire i giovani, in un periodo di grave crisi economica ed occupazionale e di forte emigrazione per ragioni lavorative, nell’intrapresa di una nuova attività imprenditoriale, la quale possa costituire altresì opportunità di stimolo e di sviluppo per la comunità”. Le domande, debitamente compilate in ogni parte secondo quanto prescritto dal bando e corredate dalla documentazione espressamente richiesta dallo stesso, dovranno pervenire all’ufficio protocollo del Comune di Nova Siri entro il termine tassativo delle ore 10 del prossimo 24 aprile, mediante raccomandata. Si auspica che la popolazione, ed in particolare i giovani, vogliano cogliere l’opportunità offerta dall’amministrazione e lanciarsi nell’iniziativa con entusiasmo e concretezza di idee. L’ex assessore Cosimo Pancaro interpellato dal Quotidiano aveva stigmatizzato il fatto che il Comune di Nova Siri, anche per la imminente stagione estiva non fosse riuscito a pubblicare un bando per l’assegnazione dei chioschi nella zona lido, così come ha fatto Scanzano. Alla notizia ultima del bando dei tre chioschi ha così commentato: “Questi tre chioschi – ha detto l’attuale consigliere di opposizione – dovevano essere un corollario del bando principale dei chioschi a mare. Invece la “montagna” ha partorito un topolino, tanto che il nuovo bando va ad affardellare un piano commerciale già esistente e saturo, poiché a Nova Siri esistono circa 25 attività dedite alla somministrazione di bevande. Quanto al chiosco al cimitero – ha concluso sarcastico – probabilmente l’assessore Toscani, ha voluto investire sul turismo cimiteriale. Da parte mia faccio i dovuti scongiuri”.
FONTE: Pierantonio Lutrelli da Il Quotidiano della Basilicata

4 Risposte a Nuovi chioschi, ma non al mare

  1. Giannicola Montesano ha detto:

    Addirittura “elargitori di posti di lavoro”… 3 !
    Fino a qualche tempo fa, quando si parlava di Porto Turistico, Nova Siri era il fiore all’occhiello del turismo lucano… ed ora? Pensiamo a 2 chioschi orientati al commercio di alimenti e bevande ed uno, a mio avviso, non indispensabile! Agevolate, realizzate servizi per il Turismo e l’Agricoltura anziché perdere e far perdere tempo e soldi alle persone! Non so se guardate i telegiornali e vedete cosa succede fuori da Nova Siri (e dalla Basilicata), in un periodo in cui solo le Eccellenze vengono premiate e le idee originali, da noi ancora siamo costretti a vedere queste inutilità. Ma sbaglio o in Viale Siris (quello che dovrebbe essere il viale principale di Nova Siri Scalo) c’è un chiosco chiuso? Sbaglio o sempre sullo stesso viale ci sono locali commerciali liberi? Questo per voi non è un forte segnale del fatto che forse quello che dicono in televisione è forse vero? Lavorate seriamente… per azioni utili e significative!

  2. PASQUALE SURIANO ha detto:

    l’assessore ha concluso :
    1) “..va nell’ottica di favorire i giovani, in un periodo di grave crisi economica ed occupazionale e di forte emigrazione…:”
    2)”Si auspica che la popolazione, ed in particolare i giovani, vogliano cogliere l’opportunità offerta dall’amministrazione e lanciarsi nell’iniziativa..”

    Condivido la lucida analisi di Giannicola.Mi auguro che nessuno sperperi risorse/sacrifici o si indebiti in attività che non lasciano intravedere nessuna speranza positiva.
    Quello del cimitero….poi…..!!!
    Magari per il 2/novembre…autorizzeranno davanti al cimitero, anche il mercatino settimanale dei fiori.

  3. PASQUALE SURIANO ha detto:

    per fare certe scelte,ci vuole…….CERVELLO !!!

  4. Diessino ha detto:

    aprire una attività commerciale oggi, è uguale a un massacro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *