Speciale elezioni: ecco come hanno votato i novasiresi

I dati in tempo reale dei 7 seggi di Nova Siri:

SENATO: http://elezioni.interno.it/senato/scrutini/20130224/S170470180.htm

CAMERA: http://elezioni.interno.it/camera/scrutini/20130224/C220470180.htm

28 Risposte a Speciale elezioni: ecco come hanno votato i novasiresi

  1. Siddartha ha detto:

    Cari amici prendetela per quella che è, uno sfogo di uno che ha sempre votato a sinistra, che anche questa volta con molta fatica ha votato PD perchè non ce la faceva a votare altro.
    Non ne azzeccano mai una:
    1) nel 2008 nel vano tentativo di inseguire i voti dei cattolici, cancellando Rifondazione e gli altri partiti di sinistra hanno consegnato il paese a Berlusconi;
    2) nello stesso 2008 candidano Rutelli anzichè Zingaretti e consegnano Roma ad Alemanno;
    3) nel 2010 non sostengono a sufficienza la Bonino e regalano la regione Lazio alla Polverini, con i risultati che sappiamo;
    4) sistematicamente tutti i candidati ufficiali del PD alle amministrative perdono le primarie;
    5) Berlusconi si dimette, e che fanno gli inteligentoni,invece di andare subito alle urne, fanno gli sportivi, perchè come dichiarato da Bersani “non vinco sulle macerie del paese”, sostengono Monti e le sue sciagurate iniziative che hanno portato il paese alla disperazione che tutti vediamo;
    6) nelle primarie per la scelta del candidato premier, fanno di tutto per fare le scarpe a chi, seppure non ce l’abbia in simpatia, forse avrebbe avuto oggi qualche chances di vittoria;
    7) dovrei forse stendere un velo pietoso sulle primarie per la scelta dei candidati parlamentari, perchè come dice qualcuno non bisogna parlarne, ma da elettore del centro sinistra non ci riesco, mi chiedo e chiedo agli organismi dirigenti del PD anche di Nova Siri, era proprio necessario il voto unico, tutte le regole applicate, le tessere, le presunte prenotazioni on line e tutti quei cavilli per rendere difficile l’esercizio del voto?
    Andiamo alla campagna elettorale appena chiusa, ancora una volta all’inseguimento di Berlusconi, senza mai esprimere una posizione e una parola chiara, fatta di vedremo se si può, quando si trattava della povera gente, e di certezze quando si parlava di sacrifici da chiedere. Un dato è emerso chiaro e inconfutabile, per voi ogni cittadino italiano è sacrificabile alle supreme ragioni dei mercati finanziari e della finanza di uno stato sprecone. Spero che lo abbiate capito, ma non ne sono sicuro, così facendo avete messo paura, paura al vostro stesso elettorato, non abbiamo bisogno di lente di ingrandimento sulle partite IVA e di tracciabilità fino a 100 euro, così non si risolvono i problemi del paese.

  2. Rosario ha detto:

    Con Berlusconi MORTO POLITICAMENTE, a novembre 2011, avrebbero dovuto sbancare queste elezioni.
    Sistematicamente, il Partito Democratico, tenta un po’ di cambiare faccia, inserendo qualche volto nuovo, ma non riesce a rigenerarsi, non riesce ad attrarre consensi, non riesce a canalizzare il dissenso, non riesce a convincere che sia l’unica alternativa credibile, non riesce a fare una sintesi ideologica al suo interno (post-comunisti e post-democristiani..questa è la somma algebrica che sono riusciti a produrre: un’ideologia vecchia di decenni), non riesce a porsi come guida sicura ed affidabile di un paese in crisi.
    Questo è il Partito Democratico allo stato attuale.
    Mi dispiace dirlo, lo faccio con dolore e rabbia, ma la delusione è totale. Non solo non si è riusciti a prendere la maggioranza, ma non si è riusciti nemmeno a pareggiare quel 33% che prese Veltroni alle elezioni del 2008.
    Il PD non ha il coraggio di attuare un cambiamento radicale, è circondato da gente della nomenklatura, che ormai nessuno più sopporta. E questi sono i risultati.
    Per non parlare di un Leader, Bersani, che pure ho votato (nel secondo turno), ma che ha condotto una campagna elettorale sonnolenta.
    Questo stato di cose colpisce il Partito Democratico a tutti i livelli e sono anche pronto a scommettere che, senza un vero rinnovamento, le elezioni amministrative di Nova Siri che si terranno l’anno prossimo, andranno perse.
    Lo dico in tempi non sospetti.
    Ma ce n’è per tutti.
    Sinistra Ecologia e Libertà ha avuto il 3% dei consensi, a fronte di un 6-7% di qualche mese fa. Cos’è successo a Vendola?
    E’ successo che nessuno, nella coalizione PD-SEL, è riuscita a canalizzare il dissenso, derivante dalla preoccupazione e dalla disperazione della gente, per cui il M5S ha avuto un successo strepitoso.
    Questo grazie anche al fatto che molti dirigenti o simpatizzanti del PD lo hanno sottovalutato.
    Benissimo, continuate a sottovalutare, e starete sempre all’opposizione.

  3. Gianni ha detto:

    Si, di errori il PD ne ha fatti e ne sono convinto ne farà . Ma signori penso che il voto per alcuni aspetti, abbia messo in risalto che l’italiano medio è di bassa cultura e ragiona solo con la pancia.

    • Antonio S ha detto:

      Ma quale pancia..ora inizia a ragionare la fame,soprattutto quella dei giovani,che come me non hanno sbocco in questo bellissimo paese(Italia) e che sono costretti ad andar via ,per trovare un occupazione, tutto ciò non per volere proprio,ma per poter inserirsi nel mondo del lavoro,cosa che ormai in Italia è diventato un miraggio.Poi l’ignoranza nella maggior parte dei casi stà all’interno dei comuni e delle vari enti.Purtroppo la meritocrazia non esiste e per un giovane l’unica alternativa per trovare un posto di lavoro non è bensì studiare(Laurearsi,master,ecc..)ma schierarsi per conto di qualcuno e aspettare la cosi detta “GRAZIA”.Diamo a CESARE quel che è di CESARE.

  4. Siddartha ha detto:

    Chiamiamola pure pancia caro Gianni, ma ci sono temi quali i diritti fondamentali della persona che dovrebbero essere patrimonio della sinistra ma in questa campagna elettorale non lo sono stati, alle uscite estemporanee di Berlusconi, sull’IMU e sulla prima casa, cosa ha risposto il PD? Niente. Ho imparato fin da piccola, durante le lezioni di educazione civica, che la prima casa, il lavoro e la salute sono diritti fondamentali che uno stato democratico dovrebbe garantire a tutti i suoi cittadini. Se è vero che i debiti vanno pagati, soprattutto quelli verso lo Stato, è pur vero che quando uno non può, non si può togliergli tutto, specialmente quando si è sperperato e quando verso una banca si fa diversamente (MPS). E’ finito il tempo dei vedremo, se i conti lo permettono, la gente è alla fame, non si possono chiedere ulteriori sacrifici e imporre vessazioni. Equitalia e le banche sono un problema, non ce lo nascondiamo. Il tessuto produttivo dell’italia non è fatto solo da lavoratori dipendenti, ma anche da tante piccole partite IVA, da artigiani e piccoli commercianti, sono veramente loro la rovina dell’italia, quelli che rubano e non pagano le tasse? Aimè, chi ha prodotto questo sfacelo, quelli di destra l’hanno capito e hanno usato strumentalmente questi temi, la sinistra no, senza nessuna proposta concreta è apparsa come il partito delle tasse e questi sono i risultati. Se questa è la bassa cultura, qua siamo in tanti ad appartenervi, anche io che aimè mi ostino a votare gente che non mi rappresenta.

  5. PASQUALE SURIANO ha detto:

    IL PD FARA’ ORECCHIE DA MERCANTE ???
    Copio/incollo, commento di Mirella Liuzzi(M5S)

    Sento dire in tivù che non c’è maggioranza. Sbagliato! La maggioranza c’è ed è piena assommando i voti del Pd a quelli del M5S. Il problema è un altro: in una ipotetica alleanza con il M5S, il Pd sarebbe costretto a scegliere di fare buone leggi e buone norme per i cittadini e non per le banche, le compagnie assicurative e per la grande distribuzioni, le sue reali priorità da più di 20 anni. Dovrebbe riscrivere lo Statuto dei lavoratori e rimettere l’art. 18, ma poi Agnelli e Marchionne si incavolano.
    Dovrebbe riportare i limiti dell’età pensionabile a 60 anni, ma poi dovrebbe trovare i fondi necessari eliminando le province, i privilegi di casta, quelli delle corporazioni, le spese inutili, le pensioni d’oro, la legge Bassanini (quella che consente di prendere dall’esterno dell’apparato burocratico i dirigenti di enti pubblici e che dà loro stipendi superiori a quelli di Obama per cui li rende dipendenti del politico che li assume e non più dello Stato).
    Dovrebbe fare la legge sul conflitto di interesse, ma poi il suo socio signor B. ci svelerebbe qualche segretuccio inconfessabile del Pd.
    Dovrebbe rendere pubblica l’acqua e ridurre il numero degli enti inutili, a partire dalle Asl e dalle varie comunità più o meno inutilmente locali, ma poi tutti gli amici sistemati nella gestione degli enti idrici SpA non lo voterebbero più.
    Dovrebbe riconsegnare il potere di acquisto congruo agli stipendi dei lavoratori, ma poi gli evasori fiscali, gli sfruttatori di manodopera e di cervellidopera e i banchieri cambierebbero casacca.
    Dovrebbe ridare valore, spazio, decisioni e mercato al territorio e non più alla grande distribuzione, ma poi significherebbe dare valore reale ai cittadini, alle famiglie e ai territorio ……… ma
    non sarebbe il Pd, ma il Movimento 5 Stelle.
    Meglio il governissimo col Pdl, è più rasserenante.
    P.s.
    La legge elettorale è proprio farlocca: il Pd in Basilicata ha dimezzato quasi i suoi voti, prendendone solo 5 mila in più del M5S, e conferma i suoi 3 senatori e 3 deputati; la lista civica per Monti prende 23 mila voti al Senato e ha lo stesso peso rappresentativo del M5S che di voti ne ha presi 70 mila perché usufruisce della posizione del “miglior sconfitto”. Neanche in Papuasia, senza offesa ai papuanesiani, accadono ‘ste cose.

  6. Siddartha ha detto:

    Sono d’accordo Pasquale, è quello che anche la base del PD a mio personalissimo parere vuole, purtroppo il partito che ho votato si stà progressivamente allontanando dalla sua base, non si rende conto neanche adesso, che è riuscito nell’impresa mai riuscita a nessuno, di vincere e perdere contemporaneamente, che è arrivato il tempo di cambiare registro, che i mercati finanziari e le sue turbolenze, non possono e non devono decidere del destino di un popolo.
    Non ci si rende conto, anche a Nova Siri, di quello che è successo. All’indomani delle elezioni comunali l’allora segretario PD Carlo Guida come è giusto in un partito realmente democratico e plurale si dimise, perchè non aveva raggiunto l’obbiettivo, non era riuscito a far diventare maggioranza il PD nel Consiglio Comunale. Adesso è successa una cosa più grave, le primarie sono state annullate dal direttivo regionale e nazionale, il Sen. Chiurazzi nonostante il voto unico e compatto anche di quelli più a sinistra non è stato rieletto. Perchè la Bucello e Giuseppe Chiurazzi, (mi dispiace Rosario), non fanno un sano esame di coscienza e si dimettono? Non lo faranno perchè, e questa è una cosa comune a tutt’e due gli schieramenti locali, il valore politico di una persona e direttamente proporzionale alla vicinanza ai due senatori, pardon ex, cosa sbagliatissima, se è questo il partito che vogliono possono tenerselo, continueranno ad avere sorprese.

    • filomena ha detto:

      caro Siddartha,premesso che il PD di Nova Siri è tra i primi partiti in tutta italia oltre che in Basilicata avendo avuto il 29% circa di elettori,noto con piacere,al di la delle critiche,che hai a cuore le vicende del partito democratico.
      perchè non vieni a darci una mano?

  7. Siddartha ha detto:

    Cara Filomena per me il problema è che solo fra i primi, non è il primo, io come tanti elettori ci saremmo aspettati che certe istanze le avesse portate avanti la sinistra e non la destra, non penso che parlare di cose concrete, di bisogni della gente sia parlare alla pancia, casa, lavoro e salute sono diritti fondamentali della persona, le turbolenze dei mercati vengono dopo, bisogna invertire l’ordine dei fattori. Per quando attiene al darvi una mano, pur consapevole che le battaglie bisogna farle dall’interno, non penso che questo faccia per me, purtroppo, come spero avrai potuto constatare, io non conosco le tonalità di colore intermedie, per me o è bianco o e nero, poi vi vedo molto chiurazzicentrici e appiattiti su una unica posizione, anche quelli che in teoria dovrebbero essere più a sinistra e che dovrebbero avere il coraggio qualche volta di dissentire e non allinearsi. Ad ogni buon conto, un consiglio, frequenta questo luogo, conoscerai forse uno spaccato della realta che non credo conosci fino in fondo. Un saluto.

  8. Diessino ha detto:

    Il Pd ha perso perchè non è un’alternativa credibile per gli italiani. punto e basta. Ho votato Sel, ma vendola non convince e dice una marea di belle parole senza programmi e senza croncretezza, in puglia il centro-sinistra è arrivato terzo.
    berlusconi racconta balle ed è sempre lì più vivo che mai.
    Meditiamo…meditiamo…

  9. Giuseppe D'Armento ha detto:

    LA MIA ANALISI DEL VOTO : È arrivata l’ora dell’umiltà, imposta dalla storia e dalle scelte degli ultimi decenni, al cospetto del malcontento popolare che ha fatto sua questa tornata elettorale. I partiti maggiori , il PD e il PDL, avrebbero potuto salvarsi dallo Tsunami Grillo anche in zona Cesarini: se avessero rispettivamente espresso Renzi e Meloni come candidati premier, forse gli Italiani avrebbero apprezzato questo forte segnale di rinnovamento e avrebbero dato meno impulso al ciclone 5 Stelle; cosi non e’ stato , purtroppo, e si e’ scelto di voler perpetrare e perpetuare “il vecchio e il consunto”; le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti e a danno del popolo intero: affermazione della rabbia popolare, paralisi amministrativa, ingovernabilta’ e perdita di credibilita’ internazionale. Questi i dati più evidenti ed allarmanti. La stagione delle autoindulgenze plenarie è finita, e chi sbaglia paga (o dovrebbe pagare, almeno spero). Ad aver vinto in Basilicata sono l’astensionismo e la protesta ( schede bianche e nulle ) che, sommate, raggiungono il 36% ; Il M5S è stata la risposta alla partitocrazia perpetrata per lustri con azioni e decisioni distanti anni luce dalla volonta’ popolare. il PD regionale inizia ad implodere su se stesso e a comprendere che la politica deve essere subordinata allo stato di diritto e non allo stato di privilegio. Il PDL lucano esulta pur avendo perso il 50% dei voti e pur trasfigurato da Popolo della libertà a comunità berlusconiana , e i suoi militanti, da bravi pagani della politica, possono avere da oggi ben due idoli: il primo e’ Berlusconi, che con la sua impareggiabile capacita’ di penetrazione elettorale, ha illuminato della sua luce il buio PDL locale e impedito la fragorosa debacle che sarebbe stata, invece, garantita dalla malagestione partitica, dispotica ed autoreferenziale, di Viceconte e Latronico; il secondo e’ il “Porcellum”, da sempre caro a Demetra e simbolo di fecondità (sempre per i pagani). I partiti ed i loro uomini hanno perso, come giustamente riporta oggi su Il Quotidiano il Direttore Serino, e queste elezioni danno un dato soprattutto culturale ancor prima che politico: l’Italia è spaccata nelle coscienze e troppe persone non si rivedono né nei partiti né in Grillo, ma nel silenzio e nel rifiuto del voto. Noi di Fratelli d’Italia, senza rimborsi elettorali e poteri forti alle spalle, siamo in parlamento come terza forza di destra ed il nostro voto è stato d’opinione. I grandi del PDL hanno perso al lordo della presenza di Berlusconi ed infatti mi chiedo: se Latronico ha perso mille voti rispetto alle scorse politiche a Nova Siri ed a Policoro il PDL ha confermato meno della metà dei voti delle ultime comunali, questo cosa significa? Che il PDL locale ha veramente poco da festeggiare, a meno che non sia stata introdotta la consuetudine , tutta americana, di organizzare feste in occasione dei funerali. Solo l’on.le Latronico puo’ festeggiare, lui sì che ha ottenuto il suo obiettivo: la sua permanenza a Roma. La pattuglia parlamentare pidiellina è diventata una coppia di fatto. Berlusconi ha salvato la baracca in Basilicata, Fratelli d’Italia senza amministrazioni e parlamentari ha preso un decimo del PDL: sicuramente un avvio fiducioso e colmo di speranze. Da oggi parte la nostra marcia, difficile, perché fatta col cuore e non col calcolo. Crediamo nella politica perché siamo cittadini e guarderemo sempre non solo ai nostri elettori, ma a tutti i cittadini, sicuri ed un po’ più presuntuosi perché il nostro obiettivo non è solo vincere, ma farlo un giorno con quel 30% di italiani che nella politica non crede più. A livello locale sono soddisfatto del risultato per il quale mi sono personalmente battuto insieme con pochi veri amici: nel Metapontino 659 voti, di cui 184 a Nova Siri. Ottime le risposte nei paesi del Metapontino. Qui a Nova Siri il malcontento popolare firmato Grillo non ha intaccato le preferenze che il sottoscritto aveva incamerato alle comunali che, anzi, sono aumentate. Segno tangibile dell’apprezzamento per il mio operato politico, sempre limpido e coerente, sempre autonomo e ingestibile da altri, sempre nel segno del volere del popolo. Testa alta e schiena dritta, come Fratelli d’Italia vuole, e come il PDL non vuole perche’, invece, ama le posizioni prone.
    E non mi spiego gli atteggiamenti di alcuni amici come il Prof. Leonardo Giordano, uomo di indiscutibile valenza culturale e spessore umano; vi è una stima storica comprovata nei suoi confronti dalle elezioni regionali del 2010 quando Latronico impose di supportare Castelluccio ed io, invece, autonomamente, da solo salii sul palco con Leonardo: se chi, come lui, ha toccato con mano l’indole monarchica dei domini del PDL e poi si mette in prima persona a tirare il loro carretto alle elezioni e’ la triste prova che pur dopo una lunga e coerente storia di militanza a prevalere non sono gli ideali ma forse le opportunita’.
    Giustamente Di Consoli scrive che da oggi serve un po’ più di autocritica, e io, nel mio piccolo sono disposto a farla: chiedo a me stesso come ho fatto a dare fiducia, 4 anni fa, a Latronico e Viceconte. Bene, la risposta è semplice: non c’è mai stata democrazia ed il rapporto personale è sempre stata l’unica garanzia politica, garanzia, amaro dirlo, fallace. Per questo Fratelli d’Italia non dovrà mai più ripetere gli stessi errori del PDL, noi ci metteremo sempre in discussione, sempre! Ringrazio i 659 amici di Nova Siri e dei paesi del Metapontino: di Policoro, Pisticci, Bernalda, Scanzano, Montalbano, Tursi, Colobraro, Rotondella, Craco, S.Giorgio e Valsinni. Un vivo grazie, in particolare, con il cuore, alla mia guida ideale , il cons. reg. Mario Venezia e al mio gagliardo amico Giorgio Santoriello! Siate fieri della vostra scelta , Fratelli d’Italia per una Basilicata a testa alta !

  10. Cittadino di centrosinistra ha detto:

    Il centrosinistra di Nova Siri ha come unica possibilità di vincere quella di candidare a sindaco Filomena Bucello, una donna in gamba che si fa apprezzare ogni giorno. Adesso sta maturando pure l’esperienza giusta alla Provincia. Se si insiste su altre strade tipo quella di Favale si va incontro ad una sicura sconfitta. Su Filomena sono d’accordo tutti.
    questa é la mia opinione!

    • Antonio S ha detto:

      Ancora stiamo a parlare di Favale,Santarcangelo,Buccello,Chiurazzi,Latronico..Vi rendete conto della fine che abbiamo fatto?(Sia a livello comunale che a livello regionale)Diamo spazio ad una politica giovanile,secondo me con idee più propositive a differenza dei “soliti” cialtroni che sin ora hanno solo promesso l’impossibile,senza far nulla di concreto,portando al degrado sia questo paese,sia questa regione(Entrambi con potenzialità di crescita per le risorse naturali che ci ritroviamo).
      Chi ha dato,ha dato.
      Chi ha avuto,ha avuto.

      Ora Fuori dalle Palle.
      Facciamo fare a chi ha voglia di fare,cosa che non hanno avuto i signori qui sopra citati.
      E noi giovani partecipiamo attivamente,informiamoci e non stiamo a guardare da spettatori,se veramente tenete alla nostra PATRIA.

  11. la scintilla ha detto:

    Proprio quando in tutta Italia la popolazione si sta svegliando da un sonno indotto e voluto dalla MALA-politica moderna, tocca anche a noi insorgere per riprenderci ciò che ci appartiene:

    IL FUTURO DEL NOSTRO PAESE

    Più volte il nostro paese è stato vittima di sciacallaggi e abusi da parte di chi fino ad ora ha solo pensato al proprio tornaconto. Se è vero che siamo una comunità, allora ci tocca agire da comunità e per il bene della comunità. Siamo stanchi di amministrazioni e opposizioni che sono state incapaci di gestire le redini dello sviluppo di una allora fiorente Nova Siri, portandola ad un livello di degrado quasi irreversibile.
    Il Nostro turismo, fonte primaria per l’economia dei commercianti, è stato venduto e dato in pasto ai villaggi che sempre più stanno togliendo energie ed entusiasmo alle estati novasiresi.
    Questa è la situazione nata soprattutto da una cattiva gestione del piano regolatore del paese, strutturato in modo da poterne controllare lo sviluppo e la crescita a favore di poche imprese edili e imprenditori, come nella più classica gestione corrotta del territorio di cui abbiamo molti esempi a livello nazionale. Bloccando la crescita, risulta più facile il controllo del territorio e la suddivisione delle ricchezze.
    Le stesse amministrazioni, non difendono il mare, neanche promuovendo atti di contestazione nei confronti di chi ha intenzione di distruggere e far esplodere il fondale per qualche goccia di petrolio. Il nostro territorio è esposto ad un alto rischio ambientale, ma la questione sembra quasi la si voglia nascondere.
    Noi cittadini abbiamo il dovere di riprendere coscenza della situazione della nostra piccola comunità. Abbiamo il dovere di informarci e di non lasciare che il nostro futuro e la nostra crescita siano compromesse per il tornaconto di pochi. Non vogliamo che il nostro sia un paese destinato a morire. Sfruttiamo al meglio le Nostre risorse, fino ad ora malgestite, per creare opportunità a favore dei cittadini.
    Abbiamo bisogno di creare nuove speranze per gli ormai rassegnati giovani , che vedono come unica via di realizzazione l’emigrazione verso località più attente a considerarli come risorse primarie e non solo come utopici sognatori o elettori bisestili.
    Cambiare adesso è possibile. Abbandoniamo i vecchi retaggi che ci vedono come inermi spettatori del nostro presente, e insieme rendiamoci protagonisti del nostro FUTURO.

    “Abbi il Coraggio di cambiare.
    Non rimandare.
    Comincia subito.”
    To be continued..

    • Giannicola Montesano ha detto:

      Ciao “La Scintilla”, ho tolto i riferimenti (e-mail e facebook) perchè non portano ad un nome e cognome reale. Qualora volessi mettere i dati relativi non ad un nickname sei sempre il benvenuto/a. Anche perchè se abbiamo il coraggio di cambiare… dobbiamo farlo con la propria faccia altrimenti non siamo credibili!

  12. la scintilla ha detto:

    Potremmo dirti ora stesso tutti i nostri nomi.
    Non lo facciamo, ma non per paura.
    Non dovete credere questo.
    La nostra è prudenza.
    Interrogatevi tutti.
    Ci piacerebbe leggere commenti vivi sulle tematiche affrontate nell’intervento precedente.
    Se vuoi davvero un confronto diretto, apri un nuovo post e fai un copia ed incolla dei contenuti.

    • Giannicola Montesano ha detto:

      Gli articoli anche se meno recenti vengono letti lo stesso, perchè nella colonna di destra ci sono “Commenti recenti” e molti lettori rileggono le notizie perchè vedono il numeretto dei commenti incrementato. Considerando anche che molti lettori arrivano da Google digitando come keywod il titolo relativo alla notizia a cui sono interessati.
      Per come è strutturato questo luogo, per fare confronti diretti su un argomento specifico non bisogna aprire altri post.
      Siete i benvenuti se i vosti commenti sono costruttivi per noi tutti.
      Saluti,
      Giannicola Montesano

  13. PASQUALE SURIANO ha detto:

    caro/a “la scintilla”, condivido la tua/vostra necessità e la voglia di cambiare, ho il coraggio di partecipare attivamente per cambiare, ma per fare ciò bisogna metterci la faccia e non nascondersi dietro un nick-name. Nascondersi nell’anonimato è una scelta che va sicuramente rispettata, ma a mio modesto avviso NON CREDIBILE per suscitare una condivisione popolare.
    Scrivi : “La nostra è prudenza.”
    Se “prudenza” non è paura, cosa si intende per prudenza???
    Grazie

  14. La scintilla ha detto:

    Signor Suriano, per quanto opinabile possa essere la scelta di rimanere anonimi dietro un movimento, continuiamo a ricevere commenti inutili da parte di tutti voi.
    Abbiamo bisogno di capire cosa ne pensate dei contenuti magari facendo critiche costruttive.
    Probabilmente la vera paura la state provando voi perchè cercate in tutti i modi di far arrivare ai lettori un messaggio per noi irrilevante. Non interessatevi dei volti o dei nomi ma argomentate.

  15. Zorro ha detto:

    Caro Pasquale,
    ancora la storia dei nick-name, per tralasciare i contenuti!

    Questo è un blog, dove si scrive, si commenta e basta!
    Credo che LASCINTILLA serva per dare un impulso ed un segnale, ma se anche tu ne prendi le distanze, se non sono grillini, chi sono?

    I temi trattati nel documento sono sacrosanti, la trasparenza non sembra avere i livori preconcetti di noi altri.

    Noi stiamo ancora a fare i conti con le analisi del voto, quasi fosse un esercizio matematico che dà la certezza delle future azioni. Un esercizio dialettico dei politicanti da 4 soldi, di chi cerca posizionamenti possibili per appartenenze di convenienza…….., le solite………, specie a Nova Siri!!

    Un metodo puntualmente smentito dal voto successivo, come 3 x 3 = 27.

    I temi del documento affisso ad ogni angolo di Nova Siri e trattati con leggerezza di penna, ma non di pensiero, mi pare siano:
    1)Amministrazioni e Opposizioni incapaci di gestire le problematiche del territorio;
    2)Economia Turistica venduta ai villaggi o a pochi operatori;
    3)Cattiva gestione del Piano Regolatore a favore di pochi (un?) Imprenditore;
    4)Denuncia ambientale contro le trivellazioni marittime;
    5)Appello alle coscienze civiche con dovere di informazione;
    6)Richiesta di spazio dei giovani per essere attori principali e non “utopici sognatori o elettori bisestili”

    Cosa trovi, Pasquale, che non va in questa richiesta?
    Il Nick? ……….

    Ed ancora SCINTILLE, non vi pare strano il silenzio dei BIG Bloggers steso sul vostro operato?

    Semplice: il tentativo di non curarvi, di lasciar passare la tempesta, la paura di farmi divenire protagonisti.

    …… Ed allora in bocca al lupo…………, SCINTILLE!!

    Benvenuti in campo………., finalmente!!

  16. PASQUALE SURIANO ha detto:

    cari LASCINTILLA e ZORRO, non fate i furbi in maschera,…naturalmente scherzo !!! Io non ho niente contro l’anonimato, problema superato, tanto che ho scritto “Nascondersi nell’anonimato è una scelta che va sicuramente rispettata..”.

    Ma siccome LASCINTILLA , ha scritto che tale scelta è stata fatta per prudenza e non per paura,…VI SEMBRA TANTO STRANO (visto che chiedete il contributo dei blogger) SAPERE COSA SI INTENDE PER “PRUDENZA” ???

  17. La scintilla ha detto:

    Sig. Suriano torniamo, purtroppo, a ripeterci.
    Ci costringe a rimandarla a Wikipedia per farle comprendere bene la differenza tra le parole “Prudenza” e “Paura”.
    Prudenza: http://it.wikipedia.org/wiki/Prudenza;
    Paura: http://it.wikipedia.org/wiki/Paura;
    Ritorniamo ancora a chiederle cosa ne pensa dei contenuti.
    Per il resto aspetti magari la nostra prossima mossa.

    Zorro, la ringraziamo per essere stato il primo lettore a toccare almeno i contenuti da noi scritti. Abbiamo bisogno di qualcuno con cui dibattere, non tiratevi indietro. Oppure avete paura?

  18. Giannicola Montesano ha detto:

    Caro gruppo “la scintilla”, rispondo per me, non ho paura nel confrontarmi con nessuno, il Blog è online dal 2006 e mi sono seduto anche davanti alla Polizia Postale (per alcune vicende accadute), ho ricevuto minacce e diffamazioni per mantenere LIBERO questo luogo. Spero di esserci riuscito in parte dando la possibilità ad alcune persone, anche se dietro un nickname… sempre persone sono, di esprimere il proprio giudizio sulla nostra realtà. Per questo motivo appena avete scritto vi ho dato il “benvenuto” su questo luogo. Purtroppo i miei interventi ultimamente, come avete potuto notare, sono diventati rari. Non per paura, prudenza o schieramento politico ma per motivi di tempo. Ho la mia attività che grazie a Dio mi sta portando via molto tempo (e di questi tempi… bisogna approfittarne) e la mia famiglia.
    Sono felice se questo luogo possa essere (come lo è sempre stato) luogo di dialogo e scontro ma soprattutto apertura affinchè possiamo far chiarezza sul “Bene Comune”, termine usato sempre con molta leggerezza e superficialità. E’ bene quindi evidenziare le cose che non vanno, e ce ne sono tante, ma è sicuramente meglio cercare di proporre delle soluzioni a queste problematiche. Soluzioni costruttive. Proponete perchè qui ci legge tutto Nova Siri e… non solo! Buona Continuazione, Giannicola

  19. PASQUALE SURIANO ha detto:

    OK…lascintilla….NO-COMMENT, aspetto la prossima mossa.
    Buon lavoro.

  20. La scintilla ha detto:

    Sig. Montesano la ringraziamo vivamente per la libertà concessa a noi, come ad altri, di poter esprimere le nostre opinioni.
    Voglio si sappia fin da subito che non siamo nati per distruggere e criticare, bensì il motivo è tutt’altro.
    Il nostro scopo è informare, toccando tematiche vicine alla nostra realtà, ma soprattutto proporre. La nostra presentazioe a Nova Siri sarà stata un po’ strana e magari poco condivisa, ma vi assicuriamo che presto tutti, o almeno gran parte dei novasiresi, riusciranno ad apprezzare “La scintilla”.
    Chiunque altro accenni alla questione anonimato, non riceverà più risposta. Abbiamo cose molto più importanti da dire.

  21. PASQUALE SURIANO ha detto:

    Cara Filomena, comprendo il tuo ringraziamento, ma il PD nei risultati è FALLITO !!! infatti come ha detto Bersani “NON ABBIAMO VINTO” !!! Poi sinceramente trovo FUORVIANTE rapportare il RISULTATO POLITICO a quello delle PARLAMENTARIE ( assolutamente da dimenticare per le note vicende, se non sbaglio le primarie sono state annullate dal direttivo regionale e nazionale ed il Sen. Chiurazzi nonostante tutti gli sforzi non è stato rieletto), per dedurne addirittura una crescita, mentre nella realtà bisognerebbe evidenziare che il PD a Nova Siri alla Camera è passato dai 1.198 voti del 2008 pari al 30,40% agli attuali 1.106 voti pari al 28,77%, mentre al Senato è passato dai 1.139 voti del 2008 pari al 32,34% agli attuali 974 voti pari al 28,49%!!!
    PERDENDO RISPETTIVAMENTE….….92 voti alla Camera pari al 7,68% rispetto a quelli ottenuti nel 2008 e 165 voti al Senato pari al 14,49% rispetto a quelli ottenuti nel 2008, senza tenere in debita considerazione l’incremento di 144 votanti alla Camera e di 125 votanti al Senato, rispetto sempre al 2008!!!
    In considerazione della candidatura locale alla Camera, il risultato più attendibile come voti di partito dovrebbe essere quello al Senato in quanto sicuramente non inficiato di eventuale voto disgiunto in favore di Carlo Chiurazzi, tanto verosimilmente perché altrimenti non si spiegherebbe la quasi DOPPIA DEBACLE in termini percentuali tra i risultati della Camera e quelli del Senato.
    Quindi tale ragionamento porta ad affermare che il PD ha Nova Siri…..non solo ha perso circa il 15,00% del consenso rispetto all’ultima tornata politica, ma non è stato in grado di intercettare nessun voto dall’incremento del numero dei votanti !!!
    Una BOTTA INCREDIBILE che evidenzia la totale incapacità governativa regionale e di intercettazione dei chiari segnali che vengono dal popolo, infatti il decremento del consenso del PD di Nova Siri (al Senato) pari a circa il 15,00% è più del DOPPIO rispetto al dato di decremento nazionale attuale rispetto al 2008 (33,69%-27,43%)=6,26% !!!
    Se questo era l’obiettivo come traspare anche dall’affermazione : “Un ringraziamento doveroso da parte mia va a tutto il gruppo dirigente del circolo novasirese, ai tanti militanti e simpatizzanti che si sono prodigati per RAGGIUNGERE L’OBIETTIVO”………………………………complimenti !!! anche per essere in linea con l’affermazione del Segretario Bersani “non abbiamo vinto”…….cioè NON BISOGNA MAI DIRE CHE AVETE PERSO !!!
    Un caro saluto.

  22. Rosario ha detto:

    La Scintilla…
    Forse qualcuno comincia a parlare di cose serie qui..lo spero tanto.
    Mi sono stancato di dover leggere o parlare di questo o quell’altro che si dovrebbe dimettere e non lo fa.
    I cialtroni li abbiamo individuati, se continuano ad essere cialtroni, amministrando male il paese, purtroppo, non ci possiamo fare niente.
    Meglio parlare di temi seri, bravi.

  23. La scintilla ha detto:

    Sig. Rosario la ringraziamo per la sua attenzione nel cogliere il vero obiettivo del movimento.
    il momento delle promesse e delle vane parole è finito.
    Bisogna concretizzare.
    I temi toccati nel nostro primo volantino sono solo alcuni della, putroppo enorme, lista delle “cose da fare”.

    -Turismo;
    -Ambiente;
    -Piano regolatore;
    -Giovani “attivi”;

    Iniziamo a parlare di cose serie appunto.
    Non vogliamo più essere spettatori di bagarre tra maggioranza e opposizione.
    Da ora in poi lotteremo per essere protagonisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *