Il sindaco è incapace di governare il paese. Si va alla deriva

Duro attacco del capogruppo del Pd, Pasquale Favale
Prosegue a distanza il botta e risposta tra il sindaco di Nova Siri, Giuseppe Santarcangelo ed il capogruppo del Partito democratico, Pasquale Favale. Quest’ultimo replica in maniera sonora alle dichiarazioni del primo cittadino apparse domenica scorsa su “Il Quotidiano”. «Mi spiace constatare – ha esordito il leader dell’opposizione consiliare – che ad ogni iniziativa del Pd che riguarda il territorio di Nova Siri dove viviamo anche noi e che rappresentiamo, purtroppo per Santarcangelo, visto che siamo stati eletti consiglieri comunali, puntualmente, questi sfodera un atteggiamento insolente da persona insofferente. Siamo stanchi di essere tacciati di incapacità amministrativa proprio dal sindaco, tanto più, essere definiti distorti nell’approcciare le questioni amministrative nella loro concezione e complessità. E’ sotto gli occhi di tutti di come malgoverna il nostro paese, arrancando affannosamente e stanco di ascoltare ed affrontare le problematiche di tutti i cittadini. Una inesorabile decadenza che, pericolosamente, ci sta portando ad una deriva sociale ed economica; basti pensare che da quando amministra con la sua maggioranza, tanti problemi del passato non sono stati risolti anzi peggiorati ed il nostro paese rischia il totale fallimento: economicamente e socialmente. Quindi se proprio vi è qualcuno, che male interpreta la gestione della cosa pubblica, quello è proprio il sindaco. Del resto tanti rappresentanti della sua stessa maggioranza, in passato, lo hanno accusato e tacciato di incapacità governativa (rendersene conto visionando i giornali locali pubblicati nei mesi scorsi) e lo fanno tuttora. Io insieme al gruppo consiliare che rappresento, ho sempre operato nel bene e nell’interesse della comunità e non come sostiene lui, accusandoci, «di godere quando siamo a conoscenza dei problemi che riguardano il paese». Non vi è peggiore falsità di quello che ha sostenuto nella nota che ha mandato al vostro giornale ed in particolar modo sulla vicenda di Goletta verde e dei dati Arpab. Il sindaco è perfettamente a conoscenza che in quell’interrogazione (pubblicata sempre dal Quotidiano) chiedevamo spiegazioni in merito, poiché vi erano dei dati, anche in contraddizione tra loro, che non convincevano del tutto. Nel contempo io ho chiesto se vi era l’opportunità di valutare se perseguire o meno Goletta verde per procurato allarme. Di contro Santarcangelo ha soprasseduto sulla mia richiesta e come al solito, non si è nemmeno degnato di convocare un tavolo tra minoranza e maggioranza per poter discutere in merito alla mia richiesta, indicata nell’interrogazione ed ai fatti che erano accaduti. Mi preoccupa inoltre – ha continuato – Favale- l’allusione a «cosa loro» non vorrei pensare che lui abbia voluto simboleggiare altra assonanza terminologica, di voga in quegli ambienti mafiosi-camorristici, che nel passato ha fatto spaventare e discutere e fa ancora discutere, terminologia che mai è appartenuta alla nostra storia politica locale, né potrà mai appartenervi. Allusione che non gli perdono e non gli lascio passare e detta da lui, primo cittadino, mi angustia e mi devasta mentalmente e moralmente. Mi aspetto delle pubbliche e formali scuse. Senza dilungarmi e rinviando alcune azioni di tipo amministrativo che io ed il mio gruppo consiliare intenderemo fare a breve, voglio soltanto affermare che tutti i rappresentanti politici vicino alla nostra comunità fanno il loro dovere, interessandosi chi più e chi meno ai problemi dei cittadini. Purtroppo non possiamo dire lo stesso del sindaco. Se questo è il clima che ogni volta ci propone – ha concluso – e se queste sono le parole con le quali ci etichetta, non saremo più disposti ad ascoltarlo e talvolta ad acconsentirlo, perché non merita l’attenzione di noi persone serie che lavoriamo e ci dibattiamo per il bene della collettività, vista la sua totale assenza. Complimenti».
FONTE: Il Quotidiano della Basilicata

4 Risposte a Il sindaco è incapace di governare il paese. Si va alla deriva

  1. Felix ha detto:

    Favale è già il sindaco di Nova Siri

  2. PASQUALE SURIANO ha detto:

    Impasti e rimpasti, togli e metti, entra ed esce…..!!!

    E’ un pò che non ci sono movimenti in giunta (forse, la più movimentata dal 900 a.c. ad oggi), sarebbe ora di togliere o dare qualche delega, anche per creare maggiore coesione tra la sempre più esigua maggioranza.

  3. DARK MAN ha detto:

    Un amico mi ha raccontato……
    A mangiare sono tutti buoni…!!! e a lavorare che fanno tutti schifo.

  4. siddarha ha detto:

    E’ il risultato della delega in bianco data ad un GOVERNO TECNICO (anche Nova Siri ha il suo)che è preoccupato solo della spesa corrente, i famosi €. 4.500,00 su €. 6.000,00 circa. La politica del Sindaco Santarcangelo è finalmente chiara, è quella del tiriamo a campare, pur di amministrare si delega tutto a pochi funzionari, che ormai negli anni hanno imparato come si gestisce l’ordinario, basta conservare i privilegi, gli incentivi e chi ne ha più ne metta. Eppure il campanello d’allarme c’è stato, a Nova Siri è stato chiesto dalla Corte dei Conti di fornire spiegazioni su poste consistenti del bilancio durante un adunanza pubblica. E’ una cosa normale che la Corte dei Conti si riunisca in adunanza pubblica per discutere del Bilancio del Comune di Nova Siri? E’ una prassi a cui tutti i comuni sono sottoposti? No signori amministratori che alzate la mano durante i Consigli Comunali senza sapere cosa state votando. Io se fossi al posto vostro mi dimetterei, mi renderei conto che sono incapace, liberei me stesso ed il paese, da questa agonia. Ma non sono io che amministro, siete voi, passerete alla storia come la peggiore amministrazione che Nova Siri abbia mai avuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *