Formazione politica sul lungomare di Nova Siri

Agorà organizza una lezione “balnear e” su patrimonio e ricerca dai senatori del Pd Chiurazzi e D’Andrea

Ha rappresentato anche un momento di bilanci l’incontro organizzato una settimana fa, lo scorso venerdi’ 5 agosto, dalla “giovane” associazione di formazione politica Agorà di Nova Siri con i senatori Carlo Chiurazzi e Giampaolo D’Andrea: infatti, la lezione sull’Articolo 9 della Costituzione e il conseguente dibattito incentrato sui temi della tutela del patrimonio e dell’importanza della ricerca, introdotto da Rosaria Accatato, ha chiuso questo primo ciclo annuale di attività formativa. Preziosa e pregevole è stata la lettura filologica data dal Prof. Giampaolo D’Andrea, il quale ha ricoperto anche il ruolo di sottosegretario al Mibac al valore della tutela ed al senso più alto della cultura, che è da sempre caratteristica dell’identità statuale. L’ultimo degli otto incontri sulla lettura della Costituzione e sui suoi fondamenti, tenutosi sul lungomare di Nova Siri quasi a voler mitigare la calura estiva, ha permesso anche un consuntivo ed una ipotesi di proseguo relativo alle attività dell’Associazione. Il presidente Giuseppe Chiurazzi ha espresso infatti il concetto “Dell’assoluta importanza degli strumenti della conoscenza, senza della quale ogni approccio diventa incapace di incidere sulla realtà” e, per questo motivo, ha dimostrato, visto il successo di questo primo ciclo, l’interesse ad intensificare l’operato di Agorà intraprendendo percorsi più specialistici. In questo l’associazione ha trovato sostegno partecipato da parte dei due senatori del Partito Democratico durante questo primo anno, che, allo stesso tempo, hanno espresso un impegno continuo per il futuro prossimo: il senatore Chiurazzi, più volte ringraziato da tutti i partecipanti al percorso formativo, ha esaltato “la funzione fondamentale della formazione politica e dell’assoluta importanza metodologica data da una formazione continua e di comunità, che non può prescindere dallo strumento della lezione frontale”.
Gli incontri frontali, di cui si sta approntando una pubblicazione degli atti e dei quali hanno potuto godere ed usufruire gli allievi della neonata “scuola politica” sono stati di indubbio valore, visto l’alternarsi dei temi e dei relatori, tutti di riconosciuto ed affermato prestigio. Gli incontri con il vice presidente del Senato Vannino Chiti e il presidente della Regione Basilicata Vito De Filippo hanno permesso di approfondire i temi dell’organizzazione e dell’ordinamento della Repubblica oltre all’attualità del Titolo V-parte II della Costituzione, rimando diretto alla nuova legislazione del federalismo.
Con i senatori Mauro Ceruti e Tiziano Treu si è discusso della fenomenologia dei nuovi assetti economici e sociali scaturiti dall’importanza del welfare e dal valore della globalizzazione. Il senatore Stefano Ceccanti, costituzionalista di primo piano, durante un’altra lezione frontale, ha avuto modo di illustrare il sistema parlamentare, come forma di governo tipicamente europea, anche alla luce della auspicata riforma elettorale. Due primati della politica nazionale hanno segnato incontri emozionanti e di alto spessore pedagogico: quello con l’ex presidente del Senato Nicola Mancino, nel quale si è affrontato il tema della giustizia, e la “passeggiata storica” nella stesura della Costituzione con uno dei pochi costituenti ancora in vita, il senatore a vita Emilio Colombo.
Gli incontri hanno, in ultimo, permesso la presentazione, esclusiva su territorio regionale, di tre importanti pubblicazioni: “Globalizzzazione e welfare. Organizzare l’altruismo” di M. Ceruti e Tiziano Treu, “Al Cattolico perplesso” di Stefano Ceccanti e “Giustizia sotto tiro” di Nicola Mancino.
L’intensa e organizzata attività di Agorà, per i risultati raggiunti in un solo anno e i traguardi a cui ambisce, sta diventando sempre più un punto di riferimento ed un naturale preludio a sostegno dell’impegno civico e politico delle nuove generazioni che vivono nel territorio provinciale.
FONTE: Pierantonio Lutrelli da Il Quotidiano della Basilicata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *