Nova Siri: attivo bus navetta verso le spiagge

L’Amministrazione comunale di Nova Siri comunica che, anche per questa stagione estiva, è attivo un servizio di bus navetta diretta da Nova Siri marina verso le spiagge. Tale servizio, riattivato per la terza volta a seguito delle numerose istanze prodotte dai cittadini novasiresi e dai turisti ivi dimoranti, – spiega una nota diffusa dal sindaco Giuseppe Santarcangelo – è del tutto gratuito essendo stato istituto con poste del bilancio comunale. La novità significativa di questo anno è l’inserimento, tra le diverse corse, di quella da Nova Siri Centro A/R e precisamente da Via Roma ore 9.00 verso Nova Siri marina (spiaggia) e alle ore 12.30 da Nova Siri marina (spiaggia) verso Nova Siri centro.
Tutti gli altri orari che il servizio osserverà saranno pubblicati e pubblicizzati con mezzi idonei a breve al pari della indicazione delle relative fermate.
FONTE: BasilicataNet

3 Risposte a Nova Siri: attivo bus navetta verso le spiagge

  1. siddartha ha detto:

    C’e un luogo comune che pervade la vita politica novasirese degli ultimi tempi. E’ colpa dell’opposizione. E’ colpa dell’opposizione se tutti i comuni limitrofi hanno la raccolta differenziata, persino Rocca Imperiale, e Nova Siri no. E’ colpa dell’opposizione, già ma quale? Nova Siri è l’unico paese al mondo ad avere tre opposizioni, l’opposizione nella maggioranza consigliare, l’opposizione uscita dalle urne e l’opposizione dell’opposizione rappresentata da quanti si dicono di sinistra ma poi votano a destra. Strano con chi parli, parli, amministratore o cittadino comune, è sempre colpa dell’opposizione. E’ colpa dell’opposizione se la spiaggia a luglio non è stata ancora pulita, eppure l’ho visto con i miei occhi l’assessore, domenica scorsa gongolare come un pachiderma, percorrerla con la di lui consorte in lungo e in largo, possibile che non si sia accorto che la spiaggia pubblica a differenza dei lidi non è in condizione di poter ospitare i novasiresi. Dimenticavo tanto lui va al castro boleto, gli altri si arrangiassero, e poi c’è la duna da preservare e in ultima analisi è sempre colpa dell’opposizione.E’ colpa dell’opposizione se Nova Siri non ha un cartellone estivo, se le luci del corso non sono accese, se non c’è la pista ciclabile, se in prossimità della fontana romana c’è una discarica a cielo aperto. E’ sempre colpa dell’opposizione se ormai da anni la gara d’appalto della spazzatura va deserta, è sempre colpa dell’opposizione se chi doveva applicare le penali previste in contratto non le ha applicate creando un danno a tutta la cittadinanza novasirese. E’ colpa dell’opposizione se tutti gli assessori nominati rinunciano alla delega al personale, se l’architetto Suanno venuto apposta da Roma si occupa della manutenzione e Ciccio con i risultati che sono gli occhi di tutti dell’Urbanistica. E’ colpa dell’opposizione, già ma di quale delle tre, il mistero si infittisce, ……!?

  2. Rosario ha detto:

    Sono d’accordo con Siddartha.
    L’opposizione consigliare del PD semmai dovrebbe “carburare”, darsi uno slancio politico e mettersi in primo piano all’attenzione di tutti, cercando di federare attorno a se tutte le forze riformiste e che DAVVERO credono a un’alternativa a questa maggioranza.
    Ma al governo del nostro Comune non ci sta il PD.
    Le responsabilità non sono del PD.
    Il Sindaco è lì da 7 anni e, se tutto va bene per lui (e male per noi), avrà compiuto 10 anni di poltrona di primo cittadino nel 2014.
    Gli assessori sono quelli, i nomi li sappiamo tutti; i consiglieri anche.
    La situazione politica è quella che è, con il blocco dei lavori, assessori defenestrati, altri membri che hanno venduto la propria non-belligeranza in cambio di una poltrona.
    Questa è la situazione della maggioranza eletta alle ultime elezioni.
    Francamente, non mi aspettavo che si potesse fare di peggio rispetto al quinquennio 2004-2009: eppure ci sono riusciti.
    Il budget è quello che è e non ci sono idee per cercare di smuovere qualcosa.
    Io non capisco come si faccia a trascurare la spiaggia e l’ambiente e il decoro pubblico.
    Bisogna essere davvero dei cialtroni per riuscire in quest’impresa.
    Non tutti i paesi e le città hanno la fortuna di avere il mare e l’abbondanza di verde. C’è gente che per andare a mare, fa km e km, e paga fior di quattrini.
    Qui non ci si rende conto dell’importanza di rappresentare un’istituzione pubblica, come non ci si rende conto dell’importanza del concetto di “benessere collettivo”.
    Ecco Siddartha, io tifo per il Commissario, tutt’al più. Oppure, che Santarcangelo finisca senza problemi la legislatura: dopodichè TUTTI i componenti della sua nave, dovranno affondare e col tempo che rimane fino al 2014, tutti potranno “apprezzare” le “meraviglie” di questa maggioranza.
    Un wifi e una navetta, non sono interventi “strutturali” di programmazione turistica.

  3. Rosario ha detto:

    Aggiungerei, caro Siddartha, una cosa.
    E’ colpa dell’opposizione: ma quale?
    In realtà, non è colpa di nessuna opposizione.
    Dell’opposizione PD, ne abbiamo già ampiamente parlato.
    Dell’opposizione extraconsiliare, quella che tu dici essere di sinistra ma vota a destra (sospetto che mi auguro non sia verificato, nonostante gli occhiolini maliziosi, spero non veri) nemmeno è colpa. Che colpa devono avere quelli di Sel in tutta questa situazione?
    Io mi auguro solo che capiscano il percorso giusto da intraprendere: ovvero, ricostruire tutta la sinistra novasirese, unirla e rappresentarne l’anima più rivolta verso il sociale e verso l’ambientalismo, all’interno di una coalizione che unisca il PD, l’IDV e tutte le altre forze socialiste, liberali ed eventualmente radicali. E che la smettino di fare opposizione all’attuale opposizione.

    Altro capitolo, l’opposizione interna.
    Chi è? Laddomata è contento, scontento? Il ricorso al TAR è stato annullato, mi dicono…e quindi?
    D’Armento ormai è un battitore libero.
    Toscani cosa fa? E’ un contento o uno scontento?
    Io credo che gli oppositori interni, nel momento in cui capiscono che non viene data cittadinanza alla propria voce, dovrebbero cominciare un’azione critica, sul modello di quella avviata da D’Armento (minimo), oppure formare un gruppo di opposizione autonomo.
    Scelta decisamente tra le più sagge.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *